Può essere davvero una sfida se il vostro ex non vuole provare a mediare per trovare un accordo. Cosa fare quindi se l’ex coniuge non vuole mediare?

Nel cuore di un conflitto familiare, può essere difficile che entrambi i coniugi riescano a pensare di provare ad accordarsi insieme per risolvere le cose. Può sembrare più semplice provare una causa legale, ma questa finirà per avere costi elevatissimi ed essere forte causa di stress e con tempistiche molto lunghe. Ma la mediazione può funzionare solamente se entrambi accettano di procedere.

Se il vostro ex coniuge inizialmente non accetta la mediazione, potete provare a chiedere di prendere un appuntamento da soli col mediatore per iniziare a parlarne. Il vostro ex potrà così fare un quadro della situazione e parlare con una persona imparziale e prendere così una decisione essendo pienamente consapevole ed informato riguardo la procedura di mediazione.

Molte persone sono ansiose di natura, prima che inizino la mediazione, ma la maggior parte di questi che vanno avanti con la mediazione, si ricredono dopo il primo incontro e sono spesso sorpresi di come finalmente riescano a proporre e trovare un accordo su cose che prima neanche immaginavano.

Per maggiori informazioni, potete contattare la nostra segreteria – Contatti

Summary
Cosa fare se l'ex non vuole mediare
Article Name
Cosa fare se l'ex non vuole mediare
Description
Può essere davvero una sfida se il vostro ex non vuole provare a mediare per trovare un accordo. Cosa fare quindi se l'ex coniuge non vuole mediare?
Author
Publisher Name
ENAMEF - Ente Nazionale Mediatori Familiari
Publisher Logo